Riequilibrio

Studio di Riequilibrio Nutrizionale e Bioenergetico

Controllo del Peso corporeo e riequilibrio nutrizionale

Nel sito del Ministero della Salute, alla voce “Nutrizione” si legge:

L’alimentazione, quale tratto dello stile di vita, rappresenta oggi più che mai, sia sul piano quantitativo, sia su quello qualitativo, uno dei più importanti determinanti della salute. Le attuali conoscenze scientifiche evidenziano la correlazione tra alimentazione non corretta ed errori dietetici con l’insorgenza di numerose patologie….”

Mi trovo perfettamente d’accordo con questa affermazione, e posso aggiungere che dopo anni di esercizio della professione di medico, nei campi della Dermatologia, Omeopata, e Riequilibrio Nutrizionale trovo più che mai attuale ciò che Ippocrate scrisse più di 2000 anni fa “Il cibo sia la tua medicina e medicina sia il tuo cibo”.

Devo purtroppo constatare che nell’ambito della medicina di base non ci sono il tempo e talvolta la voglia (per l’assenza della consapevolezza della reale importanza dell’alimentazione per un essere umano) per dare tutte le informazioni necessarie a riequilibrare in modo efficiente l’alimentazione di un paziente.

Io non credo ad un unico stile di “dieta” applicabile a tutti i pazienti indistintamente. Il paziente va studiato e capito, poi viene deciso quale sistema adottare: potrà essere una dieta dissociata, una dieta zona, una cronodieta…

Nel corso della visita vengono eseguiti la raccolta dell’anamnesi (storia) del paziente, un test bioimpedenziometrico per l’analisi della composizione corporea (mezzo ormai insostituibile per chi lavora in ambito nutrizionale), il calcolo del carico glicemico e del potenziale carico acido renale nelle 24 ore attraverso un sofisticato software, l’individuazione di incompatibilità alimentari (intolleranze alimentari), l’impostazione della “dieta” (personalizzata e relativa al problema presentato dal paziente: dimagrante, oppure per gestire gastriti, coliti, allergie, ecc.); il tutto eventualmente abbinato ad una terapia, che può essere costituita da farmaci della Medicina Non Convenzionale (omeopatia, omotossicologia, fitoterapia), oppure, se indispensabili, da farmaci allopatici.